La torre dell'aquila (Adlerturm)

 

L' "Incompiuta" ossia la seconda torre del Duomo.

 

La Versione Premium (audio) in formato ZIP da scaricare!

Volete conoscere nel centro di Vienna anche quegli angoli più nascosti, fuori dai soliti tragitti turistici? Beh, allora vi conviene  scaricare ora tutte e 48 le pagine della versione premium. Troverete tanti consigli che vi saranno utili durante il Vostro soggiorno a Vienna.
Una possibilità unica di vivere la città in un modo divertente ed informativo a soli 9 € e 95 centesimi!

 

I 02 La torre dell'aquila

Ora siamo di fronte alla seconda torre quella più bassa. Bèh! Avrà già intuito che da lì sopra il panorama non deve essere gran che! In realtà ha ragione. Ma che cosa sarà successo? Come vede la torre è rimasta incompleta.  Manca la parte finale: sembra mozzata con un coltello.

Secondo il progetto originale questa torre doveva essere simmetrica all'altra: infatti erano previste due torri gemelle. Ma poi i lavori, non si sa bene per quale ragione, sono stati improvvisamente interrotti e mai più ripresi. Forse, gli addetti ai lavori o chi per loro, cambiarono idea o forse semplicemente una questione di denaro.

Insomma non si sa bene come andarono le cose, comunque fatto sta che come soluzione provvisoria venne costruita una specie di cupola e questa cupola all'interno ospita la così detta Pummerin: si tratta della più grande campana di Vienna, pesa 21 tonnellate.

A dir la verità quella che oggi si trova li sopra è una copia dell'originale che era stata ottenuta dalla fusione del bronzo dei cannoni turchi. Deve sapere che i Turchi diedero filo da torcere alla città, la occuparono più volte senza mai riuscire ad espugnarla!. Nell'occupazione del 1683, se ne dovettero fuggire lasciando i cannoni, dai quali si ricavò la Pummerin.

Se va su a visitare la Pummerin si renderà conto che le raffigurazioni che ornano la campana alludono a questo episodio. E questa volta, grazie al cielo, ci si può arrivare con un ascensore.

Dietro la torre dell'aquila c'è una specie di casolare protetto da pareti di legno lì ci sono gli attrezzi degli addetti alla manutenzione del duomo. Sono in tutto 10 maestri dello scalpello, ai quali sicuramente il lavoro non manca, infatti a causa delle piogge acide che corrodono le sculture, la pietra è in continuazione esposta ai danni dell'inquinamento atmosferico.

Dietro il casolare dalle pareti di legno si trova la seconda entrata secondaria quella che un tempo, come ho già detto, era riservata alle donne.